OSTEOPATIA

L’osteopatia nasce negli Stati Uniti nel 1874, grazie, al suo fondatore, il dottor Andrew Taylor Still, nato in Virginia nel 1828.
Vissuto ai tempi della guerra civile americana Still fu assunto come medico nell’esercito degli Stati Uniti, ma gli orrori della guerra, la morte della moglie e di diversi figli a causa di malattie infettive lo portarono a sviluppare una forte criticità verso la pratica della medicina tradizionale. Cercò di opporsi all’uso di farmaci e della chirurgia come rimedi tranne nel caso in cui non fossero estremamente necessari, ritenendo il corpo in grado di curarsi da solo e che il compito del medico fosse quello di rimuovere ogni impedimento affinché questo avvenisse. Cominciò a promuovere uno stile di vita e un’alimentazione sana e ad usare tecniche manipolati per migliorare le funzioni fisiologiche.
Still partì dal presupposto che “la struttura” fosse il punto di partenza dal quale accertare la causa della malattia, per questo motivo il suo fondamento scientifico fu l’anatomia. La sua filosofia si basava sulla stretta relazione che c’è tra struttura e funzione e sulla capacità del corpo di guarirsi da solo solo quando è meccanicamente in salute, puntando particolare attenzione sul sistema neuro-muscolo-scheletrico.
Alla fine dell’800 Still fondò la Scuola Americana di Osteopatia a Kirskville in Missouri cominciando numerose ricerche in campo osteopatico e iniziando ad affermare che posizionamenti sbagliati delle ossa interferivano negativamente sul flusso sanguigno e sugli impulsi del sistema nervoso. Oggi le intuizioni del Dottor Taylor Still sono state condensate in sette principi largamente accettati dalla comunità osteopatica internzaionale:

1. Il corpo è un’unità
2. La struttura anatomica influenza la funzione
3. Il corpo possiede dei meccanismi di autoregolazione e autoguarigione
4. Quando la capacità adattativa del corpo è interrotta o dei fattori ambientali superano la capacità del corpo di autoripararsi, si sviluppa la malattia
5. Il movimento dei fluidi corporei è fondamentale per il mantenimento della salute
6. Il sistema nervoso autonomo gioca un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute
7. Ci sono componenti somatiche della malattia che possono essere fattori che contribuiscono al mantenimento dello stato di malattia

TECNICHE OSTEOPATICHE

Le tecniche di cui si serve l’osteopatia sono di vario di tipo. É l’osteopata che decide quale tipo di tecnica applicare valutando il tipo di paziente e le sue problematiche in base al tipo di struttura sulla quale eseguire la tecnica. Esistono tecniche specifiche per...

leggi tutto

OSTEOPATIA E SPORT

“C’è un evidente rapporto tra il movimento e la salute” (A. T. Still) Esiste una correlazione molto stretta tra il movimento, inteso come attività fisica, e l’osteopatia. Solitamente lo sportivo, che sia agonista o no, si rivolge all’osteopata per diversi motivi:...

leggi tutto

OSTEOPATIA PEDIATRICA

In molti paesi Europei l’osteopatia pediatrica riveste un ruolo primario durante la nascita del bambino. Infatti fin dalla sala parto l’osteopata affianca l’ostetrica assistendo alla dinamica del parto e alle possibili complicazioni. L’osteopata si prende cura del...

leggi tutto

Info Utili